15 49.0138 8.38624 1 1 3000 1 https://www.contentcorner.it 300 true 1
theme-sticky-logo-alt

Niente sarà più come prima, menomale

0 Commenti

La quarantena associata al Covid-19, tecnicamente, è un periodo di due settimane a cui devono sottoporsi le persone a rischio. Un lasso di tempo relativamente breve che, inizialmente, spaventava meno degli antichi 40 giorni. In questo modo una condizione rimasta sepolta per secoli, insieme ai defunti della peste, si è fatta nuovamente strada nelle nostre vite del 2020.

Ad oggi i numeri del bollettino delle 18:00 purtroppo ancora non ci danno segnali di ripresa, e nel resto del mondo la catastrofe dilaga più che mai.
Da quando l’Italia è in lockdown a tempo indeterminato, il presente è sempre più complicato da gestire, e il futuro è diventato una chimera.

Nel frattempo il Gruppo Armani ha convertito tutti i propri stabilimenti nella produzione di camici monouso destinati alla protezione individuale degli operatori sanitari. Molte associazioni religiose hanno devoluto l’8xmille alla Protezione Civile. Ieri Conte ha coraggiosamente rifiutato “l’elemosina” pretendendo dall’Europa, entro 10 giorni, una soluzione adeguata alla grave emergenza che stiamo vivendo. E oggi è stato appena proclamato il cessate il fuoco nei Paesi in guerra, per paura della pandemia.

Non so se può bastare ma quello che sta accadendo, a mio avviso, sta superando di gran lunga la fantasia. Io non riesco a essere attratta come prima da film e serie tv, e il momento più entusiasmante della giornata è la diretta dal Parlamento.

Ma prima, invece, cosa succedeva?
Io ricordo l’essere umano al centro di tutto, guidato dall’egoismo. Chiuso in un circolo vizioso di dominazione, deprivazione e distruzione dell’ambiente esterno. Ed è da stupidi pensare che tutto questo non condizionasse anche le nostre vite.

A questo punto vediamola così: stiamo combattendo tutti insieme un’enorme sconfinata battaglia, con l’unica speranza che questa crisi sia l’ opportunità di cui il mondo aveva bisogno. Basterebbe guardare come la natura in poche settimane si stia riprendendo il proprio spazio.

Smettiamola di lamentarci dei sacrifici che siamo costretti a fare, soprattutto chi non sta mettendo a rischio la propria vita. Il tempo che abbiamo a disposizione, le rinunce che stiamo facendo, facciamole diventare un’occasione, tanto poi il futuro tornerà e, soprattutto, niente sarà come prima. Ecco, questa non è una bella notizia?

Articolo precedente
Chissà se le donne salveranno il mondo
Prossimo articolo
Gli effetti di Conte sulle donne in quarantena

0 Commenti

La tua opinione