15 49.0138 8.38624 1 0 4000 1 https://www.contentcorner.it 300 true 1
theme-sticky-logo-alt

Le donne salveranno il mondo?

0 Commenti

Io non so se fidarmi di Ilaria Capua, ma mi piacerebbe tanto. Ieri sera era ospite da Floris su La7 e con un sorriso sotto i baffi, che proprio non riusciva a contenere ha dichiarato che – come sembra dai primi dati – le donne sono meno aggredite dal virus. Come soluzione post quarantena ha immaginato, sempre ridendo sotto i baffi, che le donne sarebbero una sorta di ‘semaforo rosso’ nei confronti del virus, e potrebbero mitigare la sua diffusione. Ovviamente ha fatto sorridere anche me, come immagino sia capitato a tutte le altre donne che l’hanno ascoltata.

In questo momento si leggono molti articoli in cui si parla del fatto che nel futuro prossimo avremo sempre meno libertà, che questo virus ci porterà ad una società orwelliana. Mio Dio, spero proprio di no. Si è vero, non era capitato mai prima d’ora che il governo ci costringesse a restare a casa e prevedesse multe dai 400 ai 3000 euro per chi uscisse senza un valido motivo. Ma noi accettiamo, ora, queste misure draconiane perché sappiamo che si tratta di un’emergenza senza precedenti. Addirittura ammiriamo (non tutti) il nostro Presidente del Consiglio per il coraggio che sta dimostrando di fronte alla necessità di non perdere tempo.

Ma, al di là dell’aspetto puramente logistico io, sperando di non illudermi, al contrario, sento un’atmosfera di maggiore libertà.
Mi spiego meglio. Di fronte ad una vicenda di tali dimensioni, mai vista prima, e di una complessità che mette in crisi anche i maggiori esponenti di qualsiasi religione, non c’è più nessuno al comando che sappia bene cosa fare. Questa giustificata incapacità, in realtà non potrebbe invece essere alla base di un sottilissimo ma profondo cambiamento?

Mi piacerebbe immaginare che tutti si mettessero in discussione e fossero disposti ad ascoltare le proposte degli altri, a prescindere dal ceto, dal genere, dall’etnia. Perché il vero miracolo sarebbe arrivare a capire che essendo tutti interconnessi, e il virus ce lo sta dimostrando, ogni singolo individuo ha una propria importanza che va protetta e valorizzata.

Ovviamente sono solo fantasie di una donna come me, che chiusa in casa da ormai da 12 giorni, si lascia ispirare da pensieri ottimisti, anche a costo di illudersi.

 

Restiamo in contatto?

Articolo precedente
Amare l’Italia del coronavirus
Prossimo articolo
Niente sarà più come prima, menomale

0 Commenti

La tua opinione